Rio de Janeiro: guerriglia nelle favelas. Sale la tensione in vista dei Mondiali di giugno

rivolta a Copacabana

il ballerino Douglas Rafael da Silva
Barricate, fiamme, scontri con la polizia, morti: questo è uno scenario che davvero non si vorrebbe vedere a pochi passi dalla spiaggia di Copacabana, simbolo di Rio de Janeiro e del Brasile che vede avvicinarsi i Mondiali che rischiano di rivelarsi un disastro per l'immagine di questo paese.

Gli abitanti del quartiere carioca Pavão-Pavãozinho hanno infatti protestato duramente in quanto un noto ballerino, Douglas Rafael da Silva Pereira di 26 anni, sarebbe stato ucciso da una colpo esploso da un poliziotto.
La polizia e le forze speciali hanno reagito inizialmente con bombe stordenti e spray urticante, per poi passare alle armi. Si sono infatti verificate sparatorie che hanno portato al ferimento di un dodicenne e alla morte di un ventisettenne, morto per un colpo alla testa.






Etichette: , , , , , ,