Non merito di essere stuprata - dilaga la reazione al sondaggio shock in Brasile

Secondo un recente sondaggio (27 marzo) dell'Instituto de Pesquisa Econômica Aplicada (Ipea), il 65,1% dei brasiliani, donne comprese, concordano con il fatto che le donna che indossano abiti che lasciano in mostra il corpo meritano di essere stuprate.

A seguito di questa conferma del maschilismo (sessismo, machismo, intolleranza etc etc ma anche bigottismo religioso) dilagante in Brasile, in rete è esplosa la protesta del gruppo virtuale “Eu não mereço ser estuprada” ,ossia "io non merito di essere stuprata", che in pochi giorni ha raggiunto le 250mila adesioni!


Nana Queiroz
L'ispiratrice del gruppo “Eu não mereço ser estuprada”, la giornalista Nana Queiroz,  è stata minacciata di stupro e la pagina facebook ha subito un attacco di pirati informatici.

In migliaia hanno pubblicato la propria foto, provocatoriamente anche senza indumenti, con un cartello con il motto della protesta "io non merito di essere stuprata".

Sabato 5 aprile ci sarà una grande manifestazione a Brasilia.





Etichette: , , , , ,