Il pluriomicida Cesare Battisti maestro di vita in Brasile

Nuove tensioni tra Italia e Brasile.
Il pluriomicida Cesare Battisti, ex membro dei Pac (Proletari Armati per il Comunismo) e condannato in via definitiva in Italia, è infatti stato invitato a tenere una lezione all'Università Federale di Santa Catarina a Florianopolis dal titolo "Quem tiem direito ao viver", ossia "Chi ha il diritto di vivere".

Per la lezione che avverrà il 6 novembre il Ministero dell'Educazione sborserà 1500 reali al criminale, pari grossomodo a 2 mesi di salario minimo in Brasile.

Ridicolo poi che proprio un'essere (il termine persona mi sembra troppo inadeguato per Battisti) che ha tolto la vita a 4 uomini senza il minimo pentimento possa dare lezioni di vita.

Va detto che nella stessa università ci sono molte proteste e polemiche, e il Professor Sergio Colle ha redatto un manifesto contro il patrocinio pubblico all'intervento di Battisti, creando un dibattito con pro e contro.

Dal sito dell'università ho reperito questo commento che apprezzo molto:
Cesare Battisti foi condenado pela justiça italiana por crime comum e o Brasil lhe deu guarida. Até ai, temos uma polêmica jurídica - política e um problema diplomático. Mas, a reitoria da UFSC bancando todas as despesas para que este senhor fale aos nossos alunos vai muito além do razoável. É um tapa na cara da sociedade que paga e uma temeridade pedagógica ter um bandido fazendo proselitismo de sua vida nada exemplar aos nossos alunos. Nesse momento tenho vergonha de ter que dividir o espaço das nossas classes com este senhor. A que ponto chegamos!


Che dire.. pensavo che l'invito a sfilare all'ultimo Carnevale di Rio fosse il punto più basso di questa brutta storia, ma proprio non c'è limite al peggio.
Tutto questo non piacerà ai parenti delle vittime che, secondo Battisti, non hanno avuto diritto di vivere.

Etichette: , , ,